The girl from Jupiter

tumblr_mesjsm2P951qdsvwpo1_500

Wes Anderson ama il cinema, ama i libri e ama i suoi attori. Moonrise Kingdom ne è un’ulteriore prova. Tutti i personaggi sono curati in ogni particolare, sono perfetti e buffi, teneri e inquietanti. La storia d’amore tra Suzy Bishop e Sam Shakusky è ambientata nel 1956 su un’isola nel New England. I due protagonisti hanno 12 anni e quando si conoscono è un colpo di fulmine per entrambi con tanto di lento zoom su di lui e su di lei. Stupefatti e inebetiti  si guardano e scambiano poche parole, ma tutte giuste. Il loro affetto cresce ancora di più nell’anno intero che non si vedono, ma la prolifica produzione epistemologica fa si che si conoscono bene e infine  decidono di scappare insieme. Sam è un orfano, per certi versi un genio, ragazzo pieno di risorse e talenti. Suzy è melancolica, bella, taciturna e turbata, cerca la consolazione nel mondo dei libri. tumblr_mdaii1s1jC1r44bfqo1_500

I temi ricorrenti, le inquadrature ripetitive, i costumi, le simmetrie come l’umorismo quasi monthypythoniano sono aspetti molto interessanti del film, ma la cosa che mi intrigava di più era la scelta dei libri che leggeva Suzy.  Nella sua valigia gialla che decide di portare con se fuggendo da casa ci sono ben sei libri che raccontano le storie di ragazze con  poteri straordinari, ebbene, sono tutti fake.

tumblr_mdainhczRD1r44bfqo1_500

original_moonrise-kingdom-x264-source-1

Esiste anche un film interamente dedicato ai libri pensati per Moonrise Kingdom, dove scopriamo anche che lavoro fa il tizio barbato con il berretto in testa. Oltre a essere il narratore onnisciente e anche  il bibliotecario della cittadina di New Penzance, dove ha luogo la storia. Ovvio 🙂

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

9 commenti

  1. Fantastico scoprire questi extra! Io amo tantissimo il cinema di Wes Anderson, quindi mi hai reso felicissima

    Rispondi
    • Uno dei nostri contemporanei più interessanti, no? Un bell’articolo, complimenti 🙂

      Rispondi
      • grazie! la cosa che mi piace di più è senza dubbio la fotografia. ogni inquadratura è da museo….

      • Vero. Mi piaceva molto anche l’apertura, una specie di casa delle bambole..e i tre maschietti (fratelli “The darjeeling limited” in miniatura?)..

      • potrebbe essere… anche se mi ricordavano un pochino anche quelli dei tenembaum

      • Pensa che dopo aver visto il film.. i Tenenbaum, li vedevo dappertutto 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: