Il quaderno di letture

L’anno scorso ho letto in totale 23 libri ed è stato il primo anno che scrivevo in un taccuino i titoli dei libri letti con qualche citazione che mi ha particolarmente colpito, divertito o al contrario, irritato, che purtroppo succedeva più frequentamene che mai, ahimè, ma visto che sto allattando diciamo che la mia intolleranza verso le scemenze e la cattiva letteratura è dovuta agli ormoni..

In generale da quando è nato Alessandro leggo molto meno (oltre che mi faccio meno docce, salto la cerretta e mangio in piedi). Insomma, 23 libri li considero un risultato un pochino… misero…e qui arriva una scomessa (veramente non so se c’è la faccio!), ma per combattere l’analfabetismo di ritorno quest‘anno  punto a almeno 30 titoli!

Cercando una motivazione in più ho pensato che sarebbe carino lasciare segno di ogni lettura e così … arriviamo alla nuova rubrica del mio blog. “Il quaderno di letture” !! Avete mai tenuto un quaderno di lettura? Nelle scuole elementari polacche si usava molto. Era un quaderno dove scrivevi prima di tutto dati bibliografici del libro, un breve riepilogo, una recinsione ed infine accompagnavi il tutto  con un disegno, collage, poesia, etc. ispirato dalla lettura.

Ecco le mie prossime scoperte letterarie, ho la sensazione che mi attendono mondi immaginari affascinanti, comunque vi farò sapere 😉 Dunque, dunque..ho deciso, comincio da Cinefilosofia..e fra qualche giorno la prima pagina del mio quaderno di letture virtuale sarà scritta (e disegnata?).

 ???????????????????????????????

Buona lettura a tutti e se avete in mente un libro che non può mancare nel mio quaderno fatemi sapere!

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

53 commenti

  1. Ma sai che anche io ho iniziato lo scorso anno ad appuntare i titoli dei libri letti sul mio inseparabile quaderno? Devo dire che tu hai fatto di più…devo prendere spunto, perchè appuntare frasi e altro che ti hanno colpito è una bella idea. Nel 2012 ho letto 36 libri. Ne sono felice, vista la vita intensa da mamma con due figli, un lavoro e mille impegni nati per hobby che stanno diventando un secondo lavoro! Vedrai che il tuo Alessandro crescendo ti darà più spazio per la lettura. Adesso sto leggendo “Confesso che ho vissuto” memorie di Pablo Neruda, un libro molto vecchio che era di mio padre.

    Rispondi
    • Che brava!!! 36 è un ottimo risultato viste le circostanze! Grazie per le parole incoraggianti e ti dico, mi piacerebbe sbirciare il tuo taccuino, le tue letture non mi sembrano per niente ovvie 🙂

      Rispondi
  2. lemiestraneidee

     /  20/02/2013

    Non so come fate !! Sia tu che Elena … Come vi invidio… Io ne ho comprati tanti di libri e son tutti li che mi aspettano 😦 mi mancano … Mangio in piedi… Allatto … Meno docce ahimè … Parrucchiere faidate’… sono a pezzi … scrivo di notte le poche righe del mio blog e di giorno appena posso sbircio in giro usando il cellulare… Devo trovare il tempo per rimettermi a leggere anch’io!!!
    Bellissima l’idea degli appunti sulla lettura in un quaderno!! Veramente…
    Non ci avevo mai pensato… 🙂 prendo e prendero’ spunto leggendo il tuo quaderno virtuale !

    Rispondi
    • Per ora sono carica di buoni propositi 🙂 Ho appena assisitito alla ribellione di un 3enne..uff..non vedo l’ora di staccare..queste pagine lette prima di addormentarmi mi mantengono in vita 😉 Un bacione!

      Rispondi
  3. masticone

     /  20/02/2013

    Sai che secondo dli standard delll’editoria si considera un GRANDE lettore chi legge almeno dieci libri l’anno?
    E che l’ottanta percento dei libri usciti nella loro globalità vendono meno di mille copie e più del trenta percento meno di venti?
    Tutto questo per farti capire dove ti collochi tu…
    Poi avrei si due libri da suggerirti per la tua biblioteca ma mi vergogno…
    😁

    Rispondi
  4. Grandi, siete un mito! Ho ripreso anch’io a leggere. Mi sono imposta tre libri per mese, che recupero in biblioteca, ma vi confesso che il mese scorso uno l’ho troncato a metà. E anche il mese prima.
    Ma come fa certa gente a scrivere tali boiate… e come fa l’editore a pubblicarle!!!
    Comunque rileggendo il post e i commenti… ma vi rendete conto che se diciamo a qualcuno che leggiamo (o cerchiamo di leggere) almeno un paio di libri al mese… spalancano la bocca e sbattono sconsolati la testa? Sconsolati per noi, perchè non sono in grado di capire. E sbattendo la testa con la bocca spalancata rischiano di inondarci non solo della loro incomprensione, ma anche della loro saliva!!

    Rispondi
    • Che visione tremenda, apocalittica!
      Tu sei un mito! Hai ragione comunque certe cose non si possono leggere.. in questi casi io parlo di “offensiva letteraria”..

      Rispondi
  5. Mumble, mumble, vediamo…
    direi “Little Boy Blue” di Edward Bunker e “Rosso Velabro” di Luigi de Pascalis. Il secondo non è di facile reperibilità, ma è decisamente affascinante.

    Rispondi
  6. Alessandra V.

     /  20/02/2013

    Siii..che meraviglia!! Ricordo perfettamente quando, ancora bambina, decisi di prendere un po’ di fogli (pinzati insieme alla bell’e meglio!) e di appuntare tutti i librettini che leggevo elencandoli ordinatamente in ordine numerico. Fantastico! Purtroppo crescendo ho perso questa abitudine, ma lo scorso anno ho ricominciato a segnarmi i libri letti sulla mia mini-agenda che porto sempre con me (anche se non è un buon modo per tenerli appuntati in quanto ogni 31 dicembre l’agendina viene, per così dire, “archiviata” lasciando il posto a quella dell’anno successivo).Tenerli segnati qui sui blog è un ottimo modo per non “perderli” e per condividerli con gli altri lettori (ed è un po’ quello che mi sono prefissata anch’io!) Leggo moltissimi libri (purtroppo sono una pendolare e quindi cerco di sfruttare al massimo il tempo passato in treno!)

    Rispondi
    • Grazie mille Ale!! Che bello, chissà se qualcosa si è conservato?
      Le agendine dici, infatti, prima facevo proprio così, ma l’idea di quaderno mi frullava in testa già da un pò. Speriamo bene 🙂 Forza pendolari!

      Rispondi
  7. Ciao Iwona. Come mi piace la tua idea del quaderno di lettura…! Credo che te lo copiero’ ;-). Comunque sei molto brava ad aver letto 23 libri lo scorso anno: i miei non li ho contati, ma dubito che siano di più… OK anchèio cerchero’ di migliorare quest’anno!

    Rispondi
  8. Ehmmm non li ho contati ma penso siano più di una ventina…il fatto è che leggo anche molti blog…e wikipedia.
    Quando leggo un libro di un autore che non conosco allora inizio a cercare notizie autobiografiche…insomma un pò il suo vissuto e ciò che ha scritto…

    Buona serata
    .marta

    Rispondi
    • Mi è venuta in mente una mia amica che quando le piace un autore va a cercare la sua foto con un gatto. Lei è convinta che tutti i grandi scrittori avevano/hanno un gatto, pensa, in 80% dei casi riesce a trovare lo scatto/ritratto con un felino. Bizzarro…ma è una delle cose che amo di lei.
      Buonanotte Marta 🙂

      Rispondi
    • La tua amica ha perfettamente ragione. E non solo gli scrittori ma anche gli artisti…
      Non ho il pregio di essere come la tua amica ma devo dire che, essendo, una persona molto curiosa…anche io vado a caccia di questo tipo di notizie. A differenza lei fa una ricerca mirata…io no…io leggo e poi le scopro…. niente di che.
      La tua amica è ….accezionale!

      notte bella
      .marta

      Rispondi
  9. Da brava libraia il mio consiglio è niente imposizioni! Leggere è un piacere, se ora non hai tempo ne avrai….e poi ti suggerisco di scegliere libri piccoilini da leggere in un week end.
    Ce ne sono di bellissimi e geniali. In bocca al lupo per il quaderno ( io non ci riuscirei mai).
    Ale

    Rispondi
    • Ale, mi stai mandando in tilt… vivo grazie alle imposizioni..auto-imposizioni 😉
      Libri piccolini e sottili porto sempre con me in borsa 🙂
      Che bel lavoro che hai, carissima libraia.
      Grazie e crepi il lupo!

      Rispondi
  10. “Il verbo leggere è come il verbo amare: non sopporta l’imperativo”. D. Pennac

    Rispondi
  11. Scrivi contemporaneamente un diario su Alessandro…un pensiero al giorno…per i prossimi dieci anni. Io lo faccio da 4. Credimi…rileggere è incredibilmente emozionante

    Rispondi
  12. Mi piacerebbe conoscere più gente che legge almeno 23 libri all’anno!
    Le statistiche di Masticone purtroppo sono vere…

    Rispondi
    • Credo che siamo in tanti 🙂 e questo è un bel modo di scoprirlo!
      Tanti dicono “Più elettori!!” (visto il momento storico), diciamo anche “Più lettori”!!

      Rispondi
  13. riflessione: non ho la testa, per leggere, ho il tempo, i libri, altri ne compro, mi manca la testa, e mi manca, il leggere…

    Rispondi
    • Succede alle persono che leggono tanto..sovraccarico..io in questo casi annuso i libri nuovi e accarezzo i dorsi dei libri letti…dopo un pò la voglia di lettura torna 🙂

      Rispondi
  14. A parte il quaderno delle letture, in questo post ho ammirato molto quel metro e novanta di bellissima lettrice! Alessandra Starace parla di “libri piccolini”, io invece leggo libri per piccoli 😉

    Rispondi
    • Ma grazie! La sfocata dovrebbe essere obbligatoria soprattutto per le foto tessere 😉
      Leggi e scegli le cose deliziose! Un esempio da seguire, che faccio umilmente 😉
      Un bacione!

      Rispondi
  15. svanitymamy

     /  21/02/2013

    Ti dico grazie per questo post, perchè mi hai fatto ripensare a una mia grande passione messa da parte a causa del lavoro e dell’arrivo di mia figlia. Parlo della lettura. Anch’io mi pongo un piccolo obiettivo (piccolissimo a confronto del tuo) leggere almeno 10 libri in un anno. Numero ben distante dalle mie vecchie abitudini ma anche vicino ai nuovi ritmi. Si parte da domani. Dubito di riuscire a tenere anche un quaderno di letture ma ci provo. Bella cosa di cui non conoscevo l’esistenza, grazie anche di questo 🙂

    Rispondi
    • Non puoi sapere che gran soddisfazione sento leggendo le tue parole. Grazie a te!! In bocca al lupo carissima!
      Dai, a fine anno tiriamo le somme e anche se sarà la metà, ma la metà che ci ha portato nei mondi diversi, aperto ai pensieri mai avuti sarà una bellissima conquista. Un abbraccio 🙂

      Rispondi
  16. vdm

     /  22/02/2013

    Ciao! Sono un po’ in ritardo ma è dall’altro giorno che volevo commentare questo post.
    Ma che bello! Io è dal 2006 che mi segno i libri che leggo. E poi qualche anno fa ho anche scoperto aNobii per tenere la propria libreria online e confrontarla con tante altre. Lo conosci? A me piace moltissimo, se ti interessa ti mando il link via e-mail (così non faccio spam qui sul blog). 😀

    Rispondi
  17. Adoro leggere ma lo faccio sempre meno di quanto vorrei causa mancanza di tempo (dedicato al lavoro, famiglia, casa e poi un pochino anche alla seconda mia passione, la fotografia)
    Ancora circa 15 anni fa ho iniziato a tenere appuntati i libri che leggevo, successivamente questa lista l’ho trasformata in file, formato tabella, sul mio primo pc e nel 2008 ho scoperto il sito http://www.anobii.com dove oltre ai libri letti e che possiedo, mi appunto le frasi che mi colpiscono di più…

    bel posticino questo, bella giornata,
    ciao Ondina 🙂

    Rispondi
    • Che brava, 15 anni..il sito di anobii mi ha segnalato Valeria (vdm) e mi piace tantissimo, ma siete proprio avanti 🙂
      Grazie Ondina, quando vuoi 😉
      Ti auguro una settimana bellissima e piena di letture interessanti.

      Rispondi
  18. seunanottedinvernounlettore

     /  24/02/2013

    Non è poco 23 libri in un anno 😀
    Complimenti per il blog 🙂

    Rispondi
  19. ti stavo suggerendo pure io anobii… il quale ti fai poi il riassunto di quanti libri hai, di quanti/quali vorresti, quanti libri hai letto in un anno e di quante pagine hihihi inoltre puoi vedere chi ha un libro, se lo ha commentato, ci sono gruppi che parlano di argomenti vari… 🙂

    Rispondi
  20. Io leggo in modo mostruoso.la mia e’ una vera pantologia al contrario,non c’ e’ giorno in cui io non possa fare a meno di leggere a meno che stia male.ho libri ovunque in borsa in macchina in garage in cantina proprio ovunque.leggo circa un centinaio di libri all anno e non li segnò più’ da tempo immemorabile …non ti dico cosa spendo perché’ mi vergogno infatti parlo pochissimo di libri per lo stesso motivo….ma li adoro.pensa che risparmio sul cibo sui vestiti su tanto solo per comprare libri.non resisto.classici gialli avventura saggi storici ….sono senza speranza.l’ uomo dai denti…non L ho letto però’ …gl altri che vedo si.cia!

    Rispondi
    • Sto finendo “Cinefilosofia”, un libro da gustare..bello incontrare persone come te, per le quali la letteratura è il pane quotidiano! Buona lettura 🙂

      Rispondi
  21. Ciao!
    Ti ho citata con il tuo quaderno di letture nel mio post di oggi, spero non ti dispiaccia… L’ho messo in pista e mi dà davvero soddisfazione! Grazie.
    http://ognigiornotuttigiorni.wordpress.com/2013/03/07/per-il-piacere-di-saperlo/

    Rispondi
  22. Sfida all’ultima copertina…ci saranno gli schizzi di parole dappertutto! 🙂 🙂 🙂
    Grazie e un abbraccio!

    Rispondi
  1. Per il piacere di saperlo | ognigiornotuttigiorni

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: