About a boy

Una piccolissima anteprima. Domani tante belle cose…tra cui… sorprendenti acquisti al mercatino delle pulci!

Federico..oggi mi ha detto che mi vuole bene..ho chiesto “Quanto?” “Tre metri e 5 minuti”  ha risposto senza esitazione..

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Annunci
Articolo successivo
Lascia un commento

28 commenti

  1. Tre metri e cinque minuti!
    Grande!!
    Simpaticissimo!

    ciao
    .marta

    PS: a domani, eh…

    Rispondi
  2. Che tenero! La mia seconda quando aveva tre o quattro anni durante una gita si era fermata e mi aveva detto “Basta mamma, sono 150 stanca!”
    Fai bene a scrivere queste frasi perché sono dei piccoli gioielli che è bello rileggere quando i figli sono grandi.

    Rispondi
  3. è dolcissimo!!!

    Rispondi
  4. Che tenero! Questo tipo di frasi sono sempre simpaticissimi! =)

    Rispondi
  5. Meraviglioso!!

    Rispondi
  6. Mio figlio Davide( 4 anni) ieri al ristorante davanti un pesce spada al forno: Mamma non è un pesce come gli altri, non viene dal mare!
    Da dove viene… Davi?
    Dal pescivendolo,ovvio!

    Rispondi
  7. Embè, tre metri e cinque minuti è una bella pacca di bene!

    Rispondi
  8. Wonderful Fede!!! Fantastiche queste loro uscite, bizzarre ma rendono l’idea di ciò che vogliono dire molto più di mille parole! 😀

    Rispondi
  9. Haiku del giorno:
    Tre metri e cinque
    minuti io di bene
    ti voglio mamma

    E’ assolutamente perfetto!

    Rispondi
  10. Beh, ma non è mica me che devi ringraziare: io ho solo dato una sistematina al materiale prodotto da tuo figlio, che sicuramente è troppo piccolo per sapere che cos’è un haiku, e quanti versi deve avere e con quante sillabe, però le sillabe necessarie a comporlo le ha messe fuori giuste, non una di più e non una di meno.
    A questo proposito, mentre tornavo dalla spesa mi è tornata un mente una vecchia storia. Tanti anni fa al mare un giorno una bambina mi fa: “Tu sei una mamma?” “No”. “Sei una zia?” “No”. “Ma allora cosa sei, solo vecchia e basta?” Racconto questa cosa alla mamma e lei dice “sì, ho notato che Arianna ha un concetto tutto suo di giovane e vecchio: per esempio la nonna, che ha 78 anni, è giovane, mentre sua cugina che ne ha 13 è vecchia”. E allora ho capito: la nonna aveva 78 anni, il nonno 80, quindi nella categoria “nonni”, la nonna era giovane; sua cugina aveva 13 anni, lei 5, e dunque nella categoria “cugini” la cugina era vecchia. Io ero più giovane sia di sua madre che di sua zia, quindi se fossi stata una delle due cose sarei stata giovane, ma dato che non lo ero, e non ero nessuna delle categorie con cui lei si poteva confrontare, poteva catalogarmi unicamente come “persona”, e come persona, essendo ovviamente lei il metro di misura, ero irrimediabilmente vecchia. Per la precisione, vecchia e basta. Perché il fatto è che le cose che dicono i bambini, per quanto bizzarre possano apparire a noi, hanno sempre una loro logica ferrea. Probabilmente ce l’ha anche la misurazione di tuo figlio. Forse tre metri è la lunghezza massima che lui ha raggiunto in qualche cosa, cinque minuti la sua resistenza massima in qualcos’altro (tenere gli occhi chiusi senza aprire neanche uno spiraglino, saltare su un piede senza posare l’altro…) e dunque quelle due misure potrebbero rappresentare il limite massimo delle sue capacità ossia, dal suo punto di vista, delle capacità umane.
    Hai provato a chiedergli che cosa rappresentano per lui i tre metri e i cinque minuti?

    Rispondi
    • Barbara, il tuo racconto racchiude la mia riflessione sul meccanismo di associazioni che bimbi fanno in continuazione. Che carino, grazie!
      In realtà ho chiesto “Amore, che significa tre metri e 5 minuti?”..pronta? Ecco la risposta: “E’ la misura che ho preso, della macchina di papa!”

      Rispondi
  11. eh eh che dolce! chissà come gli è venuta, sono davvero sorprendenti e fantastici i bimbi quando hanno queste uscite! a presto ciao ciao

    Rispondi
  12. Cioè il simbolo della potenza assoluta dell’eroe assoluto (a quell’età il papà lo è sempre): dopotutto non ci sono poi andata così lontana…

    Rispondi
  13. ❤ da mangiare di baci. Tre morsetti e cinque abbracci intensi.

    Rispondi
  14. Fantasticoooo lui, gliela copio posso? 🙂 … la foto perfetta!

    Rispondi
    • Grazie mille, certo! Questa foto mi piace davvero molto e i fa piacere che la apprezzi 🙂

      Rispondi
      • fai bene, penso sia una foto molto significativa… impossibile non apprezzarla 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: