For all the brothers of the road, just like you, we bear a heavy load

Questo libro mi è stato consigliato dal suo autore. Il fatto di conoscere lo scrittore, anche se solo virtualmente, può creare la difficoltà di valutazione soggettiva basata sul proprio gusto e preparazione, visto che subentra la questione di gentilezza e di nonsiamaichesioffende. Perciò sono particolarmente contenta che il libro si è rivelato accattivante e ben costruito.

Il ritmo del silenzio di Otello Marcacci è un inno all’amicizia, un interessante reinterpretazione del dramma carcerario. Tre amici, uniti da una storia tanto bella che deve trovare il suo tragico fine, vivono da carcerati, anche se solo uno di loro è detenuto presso il braccio della morte in una città texana.  Il libro si legge benissimo, il ritmo, appunto, è crescente, momenti di trascendenza che colpiscono il protagonista Marco e le ricerche spirituali dei altri due personaggi ci preparano alle coincidenze improbabili, ma che trovano la giustificazione all’interno di questa realtà che vede un essere umano attraverso la fatalità delle scelte che si rivelano sbagliate o tragiche. Rimane il valore di amicizia, la felicità di costruirsi la famiglia che è legata dal sentimento di volersi bene, di essere pronti ad aiutare e prendere le responsabilità, non c’entrano legami di sangue, c’entra l’anima che si ritrova finalmente completa nell’incontro con un’altro.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

P.S. E’ consigliabile il consumo di biscotti alla vaniglia durante la lettura 😉

Otello Marcacci

Il ritmo del silenzio

Edizioni della Sera 2012

pp. 275

Eur 14,00

Il sedere del re e altre storie pungenti

Cosi felicemente rasserenati siamo entrati nel periodo di lunghe serate autunnali. Ci dedichiamo alla lettura, contemplazione della condizione umana e consumo sfrenato del cioccolato caldo e dei fazzoletti di carta, perché, visto la stagione, siamo raffreddati in tre. Tachipirina è la nostra signora.
Oggi vi presento quattro libri che abbiamo scoperto con Federico e che sono entrate con furore nella lista “mamma, stasera leggiamo…”. Domani invece vi vorrei parlare di un libro che mi ha fatto compagnia in due notti insonni (bimbi con la febbre raramente soffrono in silenzio..).

Tornando ai titoli per piccini. Max Velthuijs è un autore molto interessante, le sue storie raccontano le situazioni critiche , l’esperienza di passaggio tra ingenuità e coscienza. Conoscevamo già “Ranocchio e il merlo” la storia di un primo incontro con la morte, questa volta “Ranocchio è un ranocchio”  (bohem press) parla di presa di conoscenza dei propri limiti e del fatto che siamo tutti unici. “Il sedere del re” di Raquel Saiz e Evelyn Daviddi (Logos) è una storia buffa, un giorno il re si trova un ago conficcato nel suo didietro reale ma nessuno si sente abbastanza all’altezza per aiutarlo. “Nestore” di Quentin Greban (La Margherita Edizioni) insegna di non giudicare dall’apparenza, invece “Orso panda” di Marco Furlotti (Acco Editore), personalmente non mio favorito, ma piace a Fede, racconta come un orso polare grazie alla sua voglia, determinazione e amicizie è diventato un orso panda.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

If you look the right way, you can see that the whole world is a garden

A parte il fatto che devo perdere quattro chili entro domenica (causa vestito di una taglia più piccola della attuale comprato tre mesi fa con tanta fiducia nel futuro e nella propria forza di volontà…completamente infondate) il weekend si prospetta interessante.

Sabato sera siamo invitati da amici.  Amici che fanno parte della upper middle class con tanto di giardiniere e la stagione dei garden parties. Che cosa si può portare ai padroni di casa, questo è il dilemma. Non ho intenzione di chiamare Agos Ducato o Findomestic,  perciò l’unico modo di uscirne e la propria inventiva e lo studio del soggetto. Si tratta di una coppia italo-polacca che ha una figlia di 12 anni molto studiosa (fa il suo primo esame a Cambridge tra qualche giorno e subito dopo suonerà  il violoncello durante un saggio scolastico di fine anno presso la scuola di musica) , una ragazzina educata e sensibile che ama la lingua inglese e leggere. Ho scelto un regalo universale, un libro, in inglese, perfetto per la sua età, un racconto classico e davvero molto bello, che conosciamo ed apprezziamo tutti,  The Secret Garden di Frances Hodgson Burnett, ho aggiunto un segnalibro delizioso della Wald e ho impacchettato tutto prendendo spunto dal progettino DYI di ieri. Ta da!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA    OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Per i genitori ho preparato un barattolino con il miele che proviene dalla apicultura della mia zia in nord Polonia, rarità e bontà che riporta ai sapori familiari alla padrona di casa. Direi che qui siamo sistemati.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Domenica invece abbiamo un battesimo di una bimba deliziosa. Un albumino – cornice e un braccialetto sono stati impacchettati nei negozi  ho aggiunto solo un bigliettino.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Mi diverte molto preparare dei regalini, cercare la loro migliore presentazione, abbinare nastrini, etc.  Permettetemi una conclusione come da un libro educativo: a chi ha tutto o chi ha poco importa solo una cosa che dietro il regalo ci sia un pensiero. Pausa. Riflettiamo. Annuiamo.

Domani mattina ci si sporca le mani…con la Nutella…basta, ho già detto troppo!

Just a perfect day..

Domenica scorsa è stata una di queste giornate perfette che quando capitano ti danno una carica immensa di energia e positività. In un giorno così i bambini non si sporcano nemmeno quando mangiano il gelato…

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

riesci a trovare dei veri tesori mentre frughi tra le bancarelle al mercato dell’antiquariato spendendo in totale 25 euro…

???????????????????????????????

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

???????????????????????????????

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

e tuo figlio, che ancora ti sembra quasi un neonato, all’improvviso si siede sulla panchina, tira fuori la sua bottiglietta e qualche biscotto dalla tua borsa, beve, mangia e ti sorride soddisfatto…

OLYMPUS DIGITAL CAMERA  OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Such a perfect day…

Il corriere suona sempre due volte

Venerdì scorso mi è arrivato l’ordine Amazon. Mi piace immaginare il viaggio di ogni pacchetto che mi arriva (e sono sempre più..ahimè 😉 ) dal mondo lontano fino la mia frazione sperduta…questa volta, boy oh boy, it’s Chicago baby! Qualcuno a Chicago ha messo con cura nel pacchetto il libro di Holly Becker e Joanna Copestick Decorate, che vi anticipo con qualche immagine, ma che assolutamente merita un post a parte, e un kit per amanti delle procedure bibliotecarie, che ho intenzione di usare in tutt’altro modo, abbiate fede e pazienza 🙂 Non è meraviglioso? Il viaggio di un pacchetto che attraversa l’Oceano…OK, si intende che ho rivisto Cast Away?

??????????????????????????????? OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

???????????????????????????????

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA

OLYMPUS DIGITAL CAMERA OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Intanto sto preparando un post per domani fai da te per…non ve lo dico…ecco un indizio!

OLYMPUS DIGITAL CAMERA