Una questione scottante

Chi visita la pagina facebook del mio blog sa che Domenica scorsa ho approfittato della rassegna gratuita online di film documentari di Agnès Varda. Tra tutti i film che ho visto  “Women Reply: Our Body, Our sex” con un forte messaggio femminista mi ha impressionato di più. In qualche modo mi è ritornato in mente quando ho letto le reazioni sulla vittoria dell’avvocato di Masterchef.

imagesNon mi dispiace affatto che abbia vinto Tiziana Stefanelli, mi dispiace invece, che negli articoli riguardanti la finale come questo,  d’altronde ben scritto e retoricamente impeccabile, prevale un anacronistico atteggiamento misogino, ho l’impressione che il discorso mediatico  non sopporta la figura di donna guerriera, capace di controllare le emozioni, tenere a bada lo stress e di infischiarsi delle critiche e cattiverie dei rivali. Sono convinta che è stata premiata non solo la determinazione e la capacità di portare avanti una strategia (malgrado cartellino giallo per l’Oilgate) ma soprattutto la passione per il cibo e l’apertura mentale (lei è stata la persona che in realtà ha imparato di più ascoltando ed applicando gli consigli dei chef). Trattandosi di gara Tiziana è stata al gioco diventando da settimana in settimana  un’ottima stratega. Abituati a vedere le donzelle in difficoltà, come nei libri di Jane Austen, che giocano solo due carte, quelle di vittimismo e bellezza, ci dimentichiamo che molto prima le Amazzoni facevano a pezzi gli avversari e sì, che il seno gli faceva vincere, o meglio, la sua mancanza… E voi, che ne pensate?

Annunci
Articolo precedente
Lascia un commento

22 commenti

  1. Mi sembra che nel caso Tiziana si confonda la determinazione con l’arroganza e la supponenza che, a quanto ricordo, non sono (quasi) mai pregi.

    Rispondi
    • Effettivamente hai descritto il lato “oscuro” del suo carattere..non ci riuscirei a sopportare questo tipo di comportamento in vita reale, ma parliamo di gioco televisivo dove la sua tattica (incoraggiata in questo tipo di format tv) di sicuro ha colpito nel segno e intimidito i concorrenti. Mi piacerebbe di più vedere le qualità umane premiate nella vita di ogni giorno piuttosto che in tv perbenista…

      Rispondi
  2. Ciao, non so niente di Masterchef né di questa Tiziana di cui parli, però Jane Austen non scrive di donzelle in difficoltà che usano vittimismo o bellezza per riuscire nella vita 😉

    Rispondi
  3. non punisco la strategia ..in fondo è brava..ma per una volta non poteva vincere l’umiltà???,secondo me è stato montato il suo personaggio..la concorrente che nessuno sopporta, che non è andata tra i peggiori anche quando le tolsero tutti gli ingrendienti, quella che tutti volevano eliminare VINCE MAGICAMENTE…la dovevevano fare fuori quando aggiunse l’olio..solo in italia i furbi vincono..

    Rispondi
    • Lo so..secondo me doveva vincere Andrea. Tiziana invece doveva uscire quando fu l’Oilgate, ma visto che è rimasta non è più colpa sua..Non è solo in Italia, il mondo sta impazzendo..oggi mi è stato detto “buoni come te sono primi da macello”. Una giornata dura..

      Rispondi
      • che bel complimento!!! al macello siamo in tanti, perchè i buoni in italia esistono ma finiscono presi per fessi!!! speriamo solo che Andrea si faccia valere e venga premiato nella vita reale per la sua bravura!!

      • 🙂 Grazie, mi hai fatto sorridere
        Forse solo lui e Ivan sono davvero destinati a diventare i buoni chef

  4. non so niente di Masterchef né di questa Tiziana…..però mi piace ciò che hai scritto anche se credo che la tizia fa un pò di vittimismo…..un bacio carissima

    Rispondi
  5. Ops sei stata nominata come “Very Inspiring Blog Award” (da me). Visitail post e capirai in che guaio ti ho cacciato http://elinepal.wordpress.com/2013/02/22/meno-115-very-inspiring-blogger-award/

    Rispondi
  6. Io non ho seguito il programma ma lo segue mia sorella e poi, mio malgrado, me lo racconta. proprio oggi parlava di questa Tiziana che le è antipatica ecc… insomma, io credo che sia stata premiata per la sua bravura…mica era un programma dove veniva premiato qualcuno per la simpatia!

    Rispondi
    • Almeno non dovrebbe…
      Dai, penso che alla fine è più divertente sentire il racconto di tua sorella 😉

      Rispondi
  7. ho visto masterchef 2 tranne semifinale e finale, che probabilmente mi guardo stasera 🙂 non concordo con te o non pienamente. Non sono misogino, ritengo che anche Andrea quelle poche volte a cui hanno dato suggerimenti o consigli li abbia immediatamente applicati. Io di MC quest’anno ho apprezzato la regia: uso sapiente di primi piani come i vecchi film western al momento del duello…. MC non è un programma di cucina, è un gioco e quindi va benissimo che vinca pure l’avvocato. Avrei sperato che vincesse Andrea (anche se era lontano dall’essere un buon chef) perchè è l’unico che ha chiaramente detto che vuole diventare chef, mentre gli altri continueranno a svolgere la loro professione attuale (o di allora ricordo che le puntate le hanno registrate a maggio del 2012). Ci sono delle altre situazioni che mi fanno dire che il vincitore (o meglio vincitrici sia stata pilotata). L’avvocato ogni volta che parla sembra che stia leggendo un copione. Aspetto MC 3 sperando che mi tolga questo strano retrogusto.. 🙂
    Sky ha fatto il colpaccio, ha avuto un sacco di audience e pure in una serata di Festival di Sanremo (rai3 – tvblog di sabato scorso).
    Comunque io avevo il mal di pancia dal ridere le prime due puntate dove venivano scelti i concorrenti… 🙂
    ops… scusa mi sono dilungato un po’ troppo hihihi

    Rispondi
    • Grazie 🙂 Un commento davvero interessante. Tutto sommato questo strano retrogusto di cui parli è rimasto anche a me. Comunque devo dire che il programma è fatto bene, personalmente mi sono divertita, ho imparato qualcosa, a proposito delle puntate iniziali, ti ricordi il tizio con vasoio d’argento? O la tipa invagita di Bastianich. Che bei personaggi 🙂

      Rispondi
      • hiihi si si… quello che ha impiattato gli spaghetti sul vassoio d’argento.. 🙂 ed era pure convinto di essere uno stylista (metto la y apposta), quello che voleva cucinare con l’azoto? 🙂 quello che il figlio gli ha cucinato praticamente il piatto? hihih tra l’altro a breve iniziano dalla prima puntata su Cielo 🙂

  8. hihih avrai capito che uno spunto di riflessione l’ho rubato qui.. hihihi peccato… bruttine la semifinale e la finale… mi aspettavo qualcosa di più, come ad esempio perchè quei piatti? 🙂

    Rispondi
    • Su una cosa si poteva contare però.. il fiume di sudore di Maurizio…

      Rispondi
      • ahhahahha si nelle mie riflessioni mancava appunto il “copricapo” antisudore (e anticadutacapelli), il sale e come i giurati assaggiano (una fatica a dire ai figli di non mettere in bocca la lama del coltello…non sbattere la bocca… ecc ecc) 🙂

      • ..non lanciare i piatti solo perche la pappa non ti piace…esatto!

      • hahahahhah (ma alcune volte ci stava proprio.. il piatto d’argento che dicevamo ieri, ci stava proprio però hihih)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: